venerdì 15 agosto 2008

Nuovamente in viaggio


Le nostre valigie logore stavano di nuovo ammucchiate sul marciapiede; avevamo altro e più lungo cammino da percorrere ma non importa, la strada è vita...
J. Kerouac – Sulla strada

Fianalmente.
Sì, finalmente.
Di nuovo un valigia da preparare, di nuovo uno zaino da riempiere, di nuovo una macchina fotografica da utilizzare. Ma soprattutto di nuovo gente da conoscere, luoghi da vedere, storia da assaporare.

Viaggiare è sempre stato la vita per me.
Un’occasione d’oro da aspettare con dolcissima ansia, con la trepidazione che s’insinuava in ogni parte del corpo. E alla fine c’era il “dopo”: quanto bagaglio riportato a casa, quante storie, quanta cultura…sentivo che ad ogni viaggio la mente s’apriva e si riempiva di cose importantissime.
I viaggi iniziarono quand’ero piccola, su terra croata (all’epoca ancora denominata Jugoslavia), su magnifica terra croata, ricca di persone semplici e squisite, tra panorami verdi e mare cristallino. Poi ci fu il salto e via, a girare in lungo e in largo gli Stati Uniti, per poi tornare a riempire la sacca e avventurarmi su strade greche, dal Peloponneso a Rodi a Creta. Ma non bastava, mai. E col sorriso allora via per la Turchia e per le terre dei faraoni, in un Egitto caldo e magnifico, con tanti volti di bambini che furono il più bel regalo che mi portai a casa. Poi indossai la divisa da basket, prima, e da “collegiale”, dopo, e fu la volta della cugina Francia. Quindi di nuovo in Marocco e poi un salto lungo lungo fino a giungere in Brasile, una meta ambita da sempre, un viaggio in una missione (Comunidade de Açao Pastoral) che tengo ancora nel cuore e che spero di rivedere presto. Poi un po’ di tranquillità a zonzo in motorino e a piedi ancora su terra greca, Kos, e un tuffo nell’est, nella Repubblica Ceca.

Finchè tutto, improvvisamente, si fermò.

Un “stop” che non decisi io, che non volevo, al quale mi ribellai con tutte le mie forze. Fu allora che capii che “toccare il fondo” era una gran balla: non c’era fondo, si poteva andare sempre più giù, all’infinito.
Incarcerata dal mio stesso corpo, imprigionata in me stessa.
Imparai a comprendere cosa voleva dire lottare, cosa voleva dire solitudine, cosa significava avere il vuoto intorno, quale significato avessero anche le cose più semplici.
Viaggiare per me era la vita; impedendomelo, fu come togliermela.
Quante parole di disperazione buttate su fogli, quanto senso di impotenza, quante domande senza risposta. Quanta incapacità nel mondo della Medicina. E quante preghiere, quante parole rivolte là al cielo.

Finchè qualcosa è tornato a girare per il verso giusto.
Dopo quasi 3 lunghissimi anni.

Adesso ho di nuovo uno zaino, una valigia, una digitale, un viaggio.
Una Berlino che significa molto di più di una “meta”, di una “destinazione”, una Berlino che si caricherà di enorme significato per me. Potrebbe essere un nuovo inizio. E già mi lascio trascinare da un rinchiuso entusiasmo da viaggiatrice e sbircio l’atlante, internet, cataloghi, fogli, dove si parla di Brasile, di Mongolia, di Vietnam, di spedizioni in Africa…è più forte di me, non ce la faccio a non guardare!

Ok, ricomincio con la terra tedesca, ricomincio a respirare piano, con calma, con serenità, senza troppo timore.
Ricomincio da Berlino e, permettetemi, dalla “mia” Berlino Est che da sempre volli vedere. E che, anche lei, significa veramente tanto per me.
Pochi giorni ancora, e tutto si compirà…

E ho proprio voglia di gridare a squarciagola una frase del mio amico Kerouac
“Che bello il mondo! Io vado!”

9 commenti:

Anonimo ha detto...

W Kerouac, W Pirsig e tutti i viaggiatori che cercano di costruire un mondo migliore incontrando gente nuova e nuove culture.
W Thoreau e la sua più bella frase: "Se avete costruito dei castelli in aria, è quest il posto in cui devono stare. E adesso metteteci sotto delle fondamenta."

Aly ha detto...

Mio carissimo"anonimo"^^,amico di vecchia data(so ki sei..),nn potevi scrivere commento più bello..grazie..è stupendo

Eva ha detto...

Arrivati i miei consigli su Berlino?

Dammi tue news...

baci

Aly ha detto...

Hallo eva! sì sì,arrivata la tua mail e i tuoi preziosi consigli^^..infatti ho aggiunto due bei felponi nella valigia e nn vedo l'ora di vedere il mercato delle pulci!e quello turko!Ho scritto tt ciò ke mi hai detto^^(x l'hotel abbiam già prenotato,grazie cmq x l'indicazione!)..solo una cosa:ho una voglia matta di vedere berlino est,x me ha un significato particolare..qualke consiglio su questa zona?(mi pare ke sia Friedrichshain)
danke^^

Daniela ha detto...

Salve,

modero un blog di Agriturismo:

http://agriturista.myblog.it

Sarei interessata ad uno scambio di links con il vostro

In attesa di riscontro porgo i più cordiali saluti

Strutture turistiche a Vieste del Gargano ha detto...

Ci sono posti di incantevole bellezza in Italia, provate questo sito e rimarrete stupiti... [a

href=http://www.vacanzevieste.it]http://www.vacanzevieste.it[/a]
Con questo sito a Vieste del Gargano proponiamo strutture turistiche per le vostre vacanze a Vieste; appartamenti a vieste, residence a vieste, case
vacanza a vieste, hotel a vieste, villaggi e campeggi a vieste, agriturismo a vieste, bed and breakfast a vieste, offerte last minute a vieste, agenzie e
molto altro.

Francesco ha detto...

complimenti bel blog

Aly ha detto...

Grazie ^^

7mates ha detto...

Roma

Lo scorso week-end sono stata a Roma, città meravigliosa, dai monumenti pieni di arte e storia, dove ho contemplato le meraviglie del passato che mi hanno fatto immaginare le epoche di re e imperatori.

Sono riuscita ad avere informazioni sui luoghi più importanti da visitare e sugli hotel presso i quali avrei potuto alloggiare dal sito www.7mates.com un portale turistico davvero molto fornito. Qualche giorno prima di partire infatti, ho iniziato una ricerca veloce on-line riguardo Roma, e tramite il portale in questione oltre ad immaginarmi la città prima di partire, ho avuto una vasta scelta di possibilità alberghiere.

Con Piazza San Pietro, il Colosseo, i Fori Imperiali, Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi e tante altre meravigliose opere monumentali sono riuscita ad assoporare la Roma antica, la città imperiale con i suoi profumi, con la sua gente e il suo stile caotico ma affascinante.

Una città che consiglierei a chiunque abbia voglia di scoprire una città dai mille colori, che abbia voglia di divertirsi nei locali notturni o semplicemente visitare monumenti e opere d'arte.